I principali porti della Grecia


L’Italia è ben collegata con la Penisola ellenica, grazie a un buon numero di traghetti che congiungono i due Paesi attraversando il Mare Adriatico. Le rotte di navigazione cambiano a seconda del periodo dell’anno e possono partire da Nord, da Sud, da Est o da Ovest, arrivando nei porti greci di Patrasso e Igoumenitsa. Se muoversi dall’Italia settentrionale richiede un tempo maggiore per la traversata, salpare invece dai porti pugliesi di Bari e Brindisi rende il viaggio più rapido.

Numerosi porti e città sono uniti con le isole greche che puoi raggiungere con i traghetti pernotabili sul sito dell’agenzia viaggi http://www.traghettiperlagrecia.com. Lo snodo per proseguire il viaggio è il porto del Pireo, a circa 10 km a sud-ovest della capitale Atene. È collegato con circa 50 destinazioni differenti e ha intorno a 25 mila transiti di navi in un anno, che contribuiscono a renderlo uno degli scali marittimi con maggiore frequenza di utenti al mondo, dove si piazza al terzo posto, con circa 20 milioni di passeggeri annuali. Si tratta del porto principale della Grecia e di uno dei più considerevoli del Mediterraneo, a cui fanno riferimento sia gli scali internazionali che le rotte elleniche verso le isole dell’Egeo. Il porto del Pireo è formato da due parti: nella prima sezione, in cui si trova anche la metropolitana, si scorge una certa estensione di più moli; il secondo segmento invece è quello della vita mondana, dove attraccano le navi dei turisti e si ritrovano i giovani nei bar, nei ristoranti e nelle caffetterie.

Oltre al Pireo, la Grecia ha altri porti rilevanti e con un grande flusso di turisti. Tra questi c’è Salonicco, che collega le Sporadi e altre isole dell’Egeo settentrionale. Si tratta della seconda città più grande del Paese e gode di una posizione geografica molto favorevole, da cui sono derivati il suo porto commerciale e gli ottimi collegamenti. Da qui partono i traghetti per Lemnos, Chios e Lesvos e per le isole dell’egeo settentrionale e orientale. L’ottima ubicazione lo rende crocevia del traffico commerciale, con gli allacciamenti di bus e treni con ogni regione della Grecia. E ancora Rafina e Laurio, che si trovano nell’Attica e hanno dei collegamenti con le isole Cicladi. Altri porti greci sono invece meno utilizzati, come Volos, Kavala, Kyllini ed Ermioni.

L’isola più grande, Creta, non possiede allacciamenti marittimi internazionali, in compenso il Pireo ha molti collegamenti giornalieri con Heraklion e Chania, che a loro volta hanno traversate verso le Cicladi e il Dodecanneso.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.